Di Gotto d'oro 15 novembre 2017

Siamo giunti quasi alla fine di questo 2017, l'anno di uscita della linea VINEA DOMINI. Prima di presentarvi l'ultima destinazione del lungo viaggio promozionale della nostra nuova linea, ripercorriamo insieme le tappe più importanti:

- Febbraio, il mese della presentazione ufficiale al Vinitaly di Verona:

Vinitaly 2017

- Maggio, la nostra prima volta nell'Italian Pavilion del FESTIVAL DI CANNES:

 Festival di Cannes 2017

- Giugno, siamo volati a Zurigo per una degustazione tecnica al RISTORANTE GUSTAV, organizzata dalla rivista svizzera Vinum:

Gustav Vinum

- Agosto, non potevamo mancare nell'Italian Pavilion della 74° edizione del FESTIVAL DI VENEZIA:

Festival di Venezia 2017

- Settembre, il mese del NORD EUROPA con le degustazioni "Let's Drink Italy" di Stoccolma ed Amsterdam:

Amsterdam

Stoccolma

Siamo arrivati a novembre e la nostra Vinea Domini è pronta ad affrontare l'ultima tappa del lungo viaggio di quest'anno, la location è nuovamente la Svizzera per la Fiera Igeho 2017 di Basilea: la più importante manifestazione internazionale per alberghi, catering e take-away in Svizzera, che si terrà dal 18 al 22 novembre. Gli operatori di questi settori non perdono un'edizione della Fiera per ammirare la gamma di prodotti e di servizi unica e ineguagliabile altrove.

La fiera Igeho è messa a fuoco sull'industria delle bevande e dei prodotti alimentari, sull'apparecchiatura della cucina e sull'industria dell'arredamento, per cui l'alta qualità e la larghezza della selezione di Igeho contribuiscono alla relativa importanza, costantemente crescente, ai livelli nazionali ed internazionali.

Saremo presenti con due dei sei vini della Vinea Domini: il Viognier e il Petit Verdot, oltre al Doc Roma Bianco e Rosso, il Frascati Doc e il Marino Superiore Doc 2016, vincitore del premio Luca Maroni come miglior vino secondo l’indice valore/prezzo.
 
PREMIO LUCA MARONI

Produrre vini monovarietali è stata una sfida enologica complessa durante tutto il percorso che va dalla vigna alla bottiglia. La riuscita e il successo di un vino monovarietale dipendono dal mantenimento di tutti quei profumi che sono propri e caratteristici di ciascuna varietà impiegata. In questo modo, ogni vino è diverso dall'altro, poichè diverse sono le caratteristiche e le specialità aromatiche delle singole uve. Per ottenere questo risultato è necessario conoscere, per ognuna delle varietà utilizzate, le pratiche viticole ed enologiche esclusive, unica garanzia dell'espressione e dell'esaltazione delle qualità sensoriali varietali.

Durante Igeho 2017, il nostro obiettivo sarà mettere in evidenza, al pubblico svizzero, il lavoro e le peculiarità presenti dietro i vini del Lazio e dei Castelli Romani.