Di Gotto d'oro 30 agosto 2017

Inizia oggi l'attesissima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, giunta quest'anno alla 74esima edizione. Dal 30 agosto al 9 settembre attori, registi, ospiti italiani ed internazionali, si ritroveranno in Laguna tra i flash del red carpet.

Come ogni anno, sarà allestito l’Italian Pavilion: un punto d'incontro per visitatori e operatori di settore che potranno assistere a premiazioni e presentazioni o decidere di spostarsi al piano spiaggia animato dall’attività stampa dei film italiani in concorso. Uno spazio dislocato tra i saloni Tropicana dell’Hotel Excelsior ideato per coinvolgere lo spettatore in un gioco di riflessi che richiama l'effetto dei canali di Venezia. La Mostra del Cinema di Venezia 2017, oltre che per le proiezioni dei film in concorso e fuori concorso, è famosa per gli innumerevoli eventi e party super glamour, 10 giorni in cui c'è sempre un motivo per far festa.

Noi della Gotto d'oro rappresentiamo nel nostro paese il vino della famiglia Italiana e nel mondo il vino Italiano dei Castelli Romani, di Roma e Frascati. Partecipare al Festival di Venezia, dopo quello di Cannes, ci rende ancora più orgogliosi del lavoro svolto sino da oggi. La nostra presenza sulle tavole delle famiglie italiane e tra gli stand di questi eventi, ad altissimo impatto mediatico, ci conferma che il Gotto d'oro è un grande vino adatto per tutte le occasioni anche per quelle più rappresentative.

Nel contesto dell'Italian Pavilion non possiamo essere da meno per questo non mancherà la nostra nuova linea, Vinea Domini, negli stand dedicati alla presentazione e alla degustazione delle eccellenze enogastronomiche italiane. I visitatori potranno degustare lo Chardonnay, il Sauvignon, il Viognier, il Cabernet Sauvignon, il Syrah e il Petit Verdot , sei vini che consentono di apprezzare la complessità delle uve d'Oltralpe coltivate nel territorio dei Castelli Romani. La natura vulcanica e la freschezza dei nostri terreni che circondano Roma, hanno esaltato magnificamente il varietale dei sei monovitigni che danno il nome ai vini di questa nuova linea frutto di ansia e passione.

La collaborazione con i nostri soci viticoltori ci ha consentito di scegliere, tra migliaia di ettari da loro coltivati nei Castelli Romani, quelli migliori per territorio, esposizione e coltivazione, le cui uve sono state raccolte nel momento più propizio per vendemmie sempre ottimali. Una selezione di altissimo livello, che vogliamo e possiamo permetterci, sotto l’occhio vigile di un validissimo consulente il Dott. Paolo Peira.