Obiettivo costituire gruppo di lavoro Agea-Mipaaf

Troppo stretti i tempi per i controlli precontrattuali a carico dell'Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) previsti dall'iter di accesso ai fondi comunitari dell'Ocm Vino in vista della prossima scadenza del 12 ottobre.

"Abbiamo ricevuto la documentazione ministeriale il primo settembre e stiamo pensando di concordare con il Mipaaf una ipotesi di proroga dei termini". Lo ha detto il neocommissario dell'Agea Gabriele Pagliardini a margine dell'audizione in Commissione Agricoltura al Senato: di fatto il "debutto in società" per il neocommissario dell'organismo pagatore.

"L'idea - ha precisato Pagliardini - è quella di costituire un gruppo di lavoro Agea-Mipaaf alla luce dei tempi di controllo che si sono compressi. Speriamo così di evitare la proroga che potrebbe incidere sul sistema dei progetti di promozione e valorizzazione del comparto vitivinicolo". Obiettivo è e resta non perdere i fondi comunitari per il settore.